RASSEGNA STAMPA

Les Contes d'Hoffmann - Offenbach J.
La sombra de Alfredo Kraus es alargada

Mundoclasico.com - Fernando Peregrin Gutiérrez

29/03/2019

... "Et moi? Moi, la fidèle amie", estupendamente cantado por Annalisa Stroppa...

... una estupenda y sensual Annalisa Stroppa, "Niklausse"...

... "Nicklausse", según la edición que se elija para escenificar "Los Cuentos de Hoffmann" puede ser un papel secundario o de notable importancia. En este caso, se usó una edición en la que el amigo de Hoffmann tiene un notorio relieve. Esto permitió el lucimiento de la joven y bella mezzo-soprano Annalisa Stroppa, que debutaba en este papel. Con una voz de timbre hermoso, cálido y muy particular, de auténtica mezzo y no de soprano corta en el registro agudo, su fraseo es de buena escuela y tanto en el canto recitativo como en airoso, la homogeneidad y carnosidad de su voz le permitió componer un "Nicklausse" joven y simpático, con los pies en el suelo y fiel compañero del confuso y caótico poeta. Supo colorear su voz con acierto cuando tuvo que interpretar "La Musa", especialmente en el epilogo. A su éexito contribuye, sin duda, su buena presencia escénica, que se puede resumir diciendo que resultó un elegante y atractivo mozo, vivaracho y de buena figura...

 

... "Et moi? Moi, la fidèle amie", stupendamente interpretato da Annalisa Stroppa...

... una stupenda e sensuale Annalisa Stroppa, "Nicklausse"...

... "Niclausse", in funzione dell'edizione de "I Racconti di Hoffmann" scelta per la messa in scena, può rivestire un ruolo secondario oppure di notevole importanza. In questo caso, è stata utilizzata un'edizione in cui l'amico di Hoffmann ha un rilievo notevole. Ciò ha permesso alla giovane e bella mezzosoprano Annalisa Stroppa, che ha debuttato nel ruolo, di risplendere. Con una voce dal timbro meraviglioso, caldo e molto particolare, da autentico mezzosoprano e non da soprano corto nel registro a cuto, il suo fraseggio denota una buona tecnica e sia nei recitativi che nelle arie, l'omogeneità e la pienezza della sua voce le hanno permesso di dare vita ad un giovane e simpatico "Nicklausse", con i piedi per terra e fedele compagno del poeta confuso e sconclusionato. Ha saputo modulare correttamente la sua voce interpretando "La Musa", specialmente in occasione dell'epilogo. Al suo successo contribuisce, senza dubbio, la sua ottima presenza scenica, evidenziata nell'interpretazione di un giovane elegante ed attraente, vivace e di bell'aspetto...